Parte la riforma del Terzo Settore: risorse ed incentivi per finanziare imprese sociali ed enti no profit

Consulmarc Sviluppo da anni è attiva nel settore delle imprese sociali, accompagnandole nello sviluppo dei propri programmi di investimento e nella scelta di modelli organizzativi e gestionali quali veicoli per accedere a strumenti di finanziamento su misura.

Da agosto 2017 è in vigore la riforma del Terzo Settore, una riforma che interessa 300mila associazioni non-profit, un milione di lavoratori e, soprattutto, le oltre 100mila imprese sociali che operano in Italia.

Tra le principali novità introdotte, un fondo di 200 milioni di euro per agevolazioni al credito alle imprese sociali. Queste ultime vedono anche ampliarsi i propri ambiti di attività: microcredito, social housing, attività turistiche e culturali sono solo alcuni dei nuovi settori in cui potranno operare.

Sono previste anche agevolazioni fiscali e nuovi strumenti di finanziamento a beneficio degli Enti del Terzo Settore e di chi vorrà sostenerli con donazioni ed erogazioni liberali: il ‘social bonus’ permetterà di detrarre fino al 65 % degli investimenti su immobili pubblici assegnati a soggetti di terzo settore, mentre gli istituti di credito potranno emettere i cosiddetti “titoli di solidarietà”, obbligazioni e altri titoli di debito che permettano di sostenere le attività degli enti del terzo settore.

Nasce infine il Registro unico nazionale del Terzo Settore, che sostituirà tutti i registri regionali e al quale gli enti dovranno iscriversi per accedere alle opportunità introdotte dalla riforma.

Sei interessato a ricevere informazioni più dettagliate sulle possibili agevolazioni di settore? Contattaci compilando il form sottostante, Consulmarc Sviluppo e il suo team di esperti è a tua disposizione!

Nome
Cognome
Città
Recapito Telefonico
Email
Ragione Sociale Impresa
Durata Attività d'Impresa
Settore di Interesse per il Progetto
Ammontare del Finanziamento Richiesto
Descrizione del Progetto
Dichiaro di aver preso visione della normativa sul trattamento dei dati personali