Accreditamento

Oggi sono presenti “programmi di accreditamento” in molti paesi dello Spazio Economico Europeo e, nonostante il processo di accreditamento sia oggi su base volontaria, è divenuto una procedura obbligatoria per specifici settori, in particolare per l’accesso alla negoziazione di contratti o finanziamento di progetti con i soggetti pubblici, in particolare con alcune Istituzioni Comunitarie.

L’attivazione dei “programmi di accreditamento” vale sia per gli Enti Pubblici Territoriali, che per le società private e quelle non-profit e si può riportare a tre motivazioni fondamentali:

  •  Volontà delle strutture pubbliche di avere una valutazione oggettiva dei propri livelli qualitativi.
  •  Interesse delle Amministrazioni Pubbliche, associazioni professionali e corporative delle aziende ad attivare processi di miglioramento che vedano i propri rappresentati come parte attiva, favoriscano la crescita culturale degli operatori di settore, garantiscano i migliori risultati dell’offerta dei loro servizi/prodotti.
  •  Richiesta, da parte del servizio pubblico, alle strutture pubbliche e private che erogano prestazioni d’opera, fornitura di beni e servizi, di corrispondere a determinati livelli qualitativi per ottenere l’ammissione ai rapporti contrattuali con le stesse.

Le prime due motivazioni sono alla base del “programma di accreditamento” volontario, mentre la terza costituisce il fattore determinante della recente diffusione dei programmi di accreditamento obbligatorio o istituzionale.
L’Unione Europea definisce “l’Accreditamento” come “una Certificazione data da un organismo nazionale che attesta che un soggetto risponde ai criteri stabiliti dagli standard europei e, ove sussistano, ad altri requisiti addizionali, inclusi quelli stabiliti in programmi settoriali rilevanti, per poter compiere specifiche attività di adattamento alle regole di conformità” (European Regulation 765/CE/2008).

“L’Accreditamento” presso le diverse Istituzioni Comunitarie presenti ed operanti a Bruxelles e presso gli Uffici delle Rappresentanze Permanenti dei Paesi istituiti presso di esse, rappresenta un passo quasi necessario affinché il richiedente possa essere orientato verso una preliminare pianificazione delle modalità operative, gestionali e finanziarie per addivenire correttamente alla realizzazione del suo programma politico, del suo programma strategico aziendale (produttivo o commerciale) o alla realizzazione del suo progetto.

Le azioni proposte nel “servizio di accreditamento” riportate di seguito, mirano, attraverso l’effettivo inserimento in partenariati progettuali e in reti collaborative e piattaforme operanti a livello comunitario e in Paesi terzi, a creare nuovo valore per l’Ente Pubblico o l’Azienda, supportandoli nel rafforzamento della propria posizione a livello internazionale grazie allo sviluppo di relazioni proficue e stabili, nell’acquisizione di conoscenze e competenze scalabili a livello di istituzioni comunitarie e nella presentazione di progetti innovativi e, in quanto tali, sostenibili finanziariamente. Attraverso il “servizio di Accreditamento” si mira anche a favorire la partecipazione dell’Ente Pubblico o dell’Azienda ai call for proposals e ai call for tenders, in particolare a quelli a procedura negoziata e/o a procedura semplificata e ristretta.

Descrizione del Servizio

Il “servizio di Accreditamento” proposto da Consulmarc Sviluppo Srl consiste nell’introduzione dell’Istituzionale e dei terms of reference del richiedente, oltre ai suoi obiettivi di breve-medio-lungo periodo nei confronti di:

  • Unità tematiche presso le diverse Direzioni Generali della Commissione Europea,responsabili dei settori di maggior interesse per il richiedente;
  • Unità tematiche presso il Comitato delle Regioni;
  • Commissioni Parlamentari del Parlamento Europeo, incaricate delle tematiche di maggior interesse per il richiedente;
  • Rappresentanze Permanenti presso l’Unione Europea dei Paesi di possibile interesse per la collaborazione di partenariati industriali/commerciali e/o progettuali del richiedente (quest’ultima soprattutto per i soggetti economici);
  • Reti Europee Tematiche di riferimento nei settori di attività di interesse del richiedente, incluse le Piattaforme Tecnologiche;
  • Enti Rappresentanti di Interessi, nei settori di attività di interesse del richiedente.

Le principali ricadute attese nel breve periodo possono essere:

1. Iscrizione nelle liste degli esperti e dei fornitori di servizi delle Istituzioni comunitarie

Il servizio permette di individuare le Istituzioni comunitarie che pubblicano bandi per la presentazione di candidature finalizzate all’inserimento in liste di esperti individuali, incaricati di fornire la propria consulenza nella gestione di Programmi comunitari e/o nel supporto alle attività delle varie Direzioni Generali della Commissione europea. L’inclusione nelle liste dà la possibilità di essere contattati dalla Commissione europea per incarichi specifici di consulenza, i quali generalmente hanno una durata non superiore a 30 giorni all’anno e sono retribuiti secondo standard comunitari.

Oltre all’interesse intrinseco legato al singolo incarico, tale attività permette di creare un rapporto personalizzato e privilegiato con gli uffici della Commissione e la fornitura di ulteriori servizi.

2. Iscrizione nelle liste degli appalti comunitari

Il servizio consiste nella rilevazione e gestione documentale del richiedente, per rendere il soggetto giuridico idoneo all’iscrizione nelle Long-list e Short List degli Enti Pubblici per la partecipazione e l’invito a partecipare a gare di appalto a procedura negoziata / semplificata / ristretta, in particolare nei diversi Paesi di interesse a livello locale.

3. Accesso a partenariati industriali/commerciali

Tra le principali ricadute dell’attività di Accreditamento a Bruxelles e presso le Istituzioni dei Paesi di maggiore interesse per il richiedente vi è la raccolta di elementi e informazioni utili per la costituzione di nuovi partenariati industriali/commerciali/progettuali: informazioni sul mercato Paese, sui principali stakeholders, sulle aree di maggiore interesse, incentivi all’avvio di partenariati e reti collaborative, principali interlocutori economici e finanziari in loco, trend di crescita e di sviluppo e attività di lobby.

4. Accesso a reti e lobbies

Si sottolinea qui l’importanza della partecipazione del richiedente alle reti tematiche europee (in qualità di membro o di osservatore, a seconda dell’importanza strategica percepita e delle modalità di accesso alla rete).

Attualmente esistono decine di Reti europee (Network) su varie tematiche. Generalmente esse sono sostenute nella loro fase di start-up tramite finanziamenti della Commissione Europea e trovano in seguito forme di auto-finanziamento per proseguire il proprio operato. Raggruppano i diversi stakeholders interessati ad un particolare tema e diventano un forum di incontro, scambio di esperienze, discussione e “incubazione” di nuove idee e proposte progettuali. Molti progetti europei di successo nascono all’interno di queste reti, grazie proprio alle continue opportunità di condivisione e di incontro che esse creano tra i propri membri.

Le Reti europee svolgono inoltre un’importante funzione di lobby nei confronti delle Istituzioni Europee, partecipando attivamente alle consultazioni pubbliche lanciate dalla Commissione Europea prima dell’elaborazione o della revisione di politiche tematiche, comprese quelle relative alla definizione dei contenuti e delle priorità dei Programmi comunitari di finanziamento. La partecipazione a queste iniziative dà quindi un’ulteriore possibilità di far “sentire la propria voce” in Europa.

Infine, le Reti europee possono anche essere luogo di brokeraggio di partenariati industriali e/o commerciali.

5. Accesso a partenariati progettuali

Il partenariato transnazionale è un elemento indispensabile per la presentazione di un progetto europeo di successo. Nella maggior parte dei casi, soprattutto per quanto riguarda i progetti europei finanziati da Programmi comunitari a gestione diretta, esso costituisce un criterio formale di valutazione del progetto. La partecipazione a progetti europei come partner, può dimostrarsi, inoltre, un’ottima azione propedeutica all’internazionalizzazione del richiedente, consentendo la creazione o il consolidamento di una rete di rapporti internazionali.

Metodologia di Lavoro

Il “servizio di Accreditamento” offerto da Consulmarc Sviluppo Srl include la redazione del “dossier” di presentazione del richiedente presso gli enti e le istituzioni selezionati. Quanto sopra consiste nella realizzazione delle seguenti azioni:

  • Definizione dei contenuti del dossier di presentazione;
  • Controllo di congruenza della documentazione presentata;
  • Certificazione, tramite un’apposita griglia di valutazione, affinché la documentazione fornita sia in grado di sostenere i parametri necessari per una valutazione positiva da parte delle Istituzioni Comunitarie e/o altre Entità internazionali presso cui inoltrare il dossier e presentare il richiedente;
  • Redazione su supporto cartaceo e digitale del Dossier di Presentazione del richiedente e della strategia di accreditamento;
  • Traduzione della documentazione, e duplicazione degli atti;
  • Selezione ed accettazione del programma di accreditamento presso gli Enti selezionati da parte del richiedente;
  • Attività di presentazione frontale e/o virtuale agli Enti selezionati.

Assistenza on-line

In questo, come negli altri servizi che Consulmarc Sviluppo Srl realizza per conto del cliente, tutte le attività vengono rese per il tramite di EUROSISTEMA. Si tratta del Groupware di proprietà intellettuale Consulmarc Sviluppo S.r.l., basato su spazi Internet dalla stessa gestiti, messo a disposizione del Cliente senza costi aggiunti, allo scopo di economicizzare i tempi e favorire l’integrazione e la qualità degli scambi cliente-fornitore.rapporti internazionali

Partners

SVILUPPO PROGETTI S.C.a r.l. www.sviluppoprogetti.com

EUROPEAN ACADEMY NETWORK www.eanetwork.be

EASY-FINANCING www.easy-financing.it

EASY-TENDER www.easy-tender.it

Per Maggiori Informazioni

Nome
Cognome
Email
Recapito Telefonico
Oggetto della Richiesta
Testo del Messaggio
Dichiaro di aver preso visione della normativa sul trattamento dei dati personali