Contributo a fondo perduto per le StartUp

È stato pubblicato nella gazzetta ufficiale del 5 novembre 2021 il decreto del MEF che prevede un contributo a fondo perduto per le partite IVA attivate nel 2018 ma con attività iniziata nel 2019.

Il decreto ministeriale, introdotto in sede di conversione del decreto sostegni 41/2021, mette a disposizione 20 milioni di euro.

Secondo quanto previsto dall’articolo 1-ter il contributo massimo potrà essere pari a 1000 euro.

Potranno farne richiesta i titolari di partita IVA attivate nel 2018 la cui attività abbia avuto inizio nel corso del 2019 a condizione che il totale di ricavi e compensi relativi al 2019 non sia superiore a 10 milioni di euro.

Per ottenere il contributo a fondo perduto i titolari di Partita IVA “startup” dovranno presentare domanda all’Agenzia delle Entrate.

Le modalità per la presentazione delle domande, contenuti e termini utili per il riconoscimento dell’importo saranno indicati nell’apposito provvedimento che sarà emanato entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del decreto MEF.

Come specificato dal testo del decreto ministeriale, nel caso in cui i contributi e risultanti dalle domande accolte eccedano l’importo massimo di spesa, l’ammontare riconosciuto a ciascun titolare di Partita IVA sarà riproporzionato.