Ancora digitale nel programma di lavoro europeo per il 2022

Sono state presentate le linee guida stabilite dalla Commissione europea nel Programma di lavoro per il 2022. Tra le 42 nuove iniziative sono ancora in primo piano interventi volti ad accelerare sulla transizione digitale. L’Unione europea prosegue infatti il cammino verso l’obiettivo di realizzare la trasformazione digitale dell’UE entro il 2030. Come infatti ha spiegato la Presidente Ursula von der Leyen, “Le risorse del bilancio a lungo termine dell’UE e l’iniziativa NextGenerationEU, che complessivamente mettono a disposizione 2.018 miliardi di euro, contribuiranno a costruire un’Europa migliore e più moderna”

Nello specifico sono allo studio:

  • Una legge europea sui semiconduttori per promuovere un ecosistema all’avanguardia e sviluppare nuovi mercati
  • Una proposta di legge europea sulla ciber-resilienza, per stabilire norme comuni in materia di sicurezza informatica e avviare la costruzione di un sistema di comunicazione sicuro globale dell’UE basato sulla tecnologia spaziale, fornire ulteriore connettività a banda larga in tutta l’UE e garantire comunicazioni indipendenti sicure per gli stati membri.
  • Misure volte ad agevolare l’apprendimento delle competenze digitali nelle scuole e negli istituti di istruzione superiore

Elementi di primo piano del Programma sono l’impegno a rendere l’Europa il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050, misure che vanno dallo stimolo al commercio fino alla promozione dello stile di vita europeo e al Piano d’azione sul Pilastro europeo dei diritti sociali. Sul tema del lavoro in particolare si punta verso posti di lavoro di qualità, condizioni eque e un migliore equilibrio tra vita professionale e privata.