Economia circolare: città sostenibili, intelligenti e inclusive

Lo sviluppo di una strategia per l’economia circolare nelle città è un’opportunità per sviluppare città sostenibili, intelligenti e inclusive per i cittadini. L’economia circolare è uno dei 14 temi dell’agenda urbana per i partenariati dell’Unione Europea istituiti nell’ambito del patto di Amsterdam.

Economia circolare: città sostenibili

Di recente, GECT ESPON Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale ha presentato CIRCTER (Circular Economy and Territorial Consequences) una guida per la promozione delle economie circolari a livello territoriale -subnazionale. (Presentato all’European Week of Regions and Cities 2019).

CIRCTER fornisce nuove definizioni territoriali e settoriali sul tema, una nuova serie di indicatori regionali sul consumo di materiali e sulla generazione di rifiuti, dati settoriali specifici su fatturato e occupazione di business circolari, sei case study su iniziative di economia circolare regionale e locale in Europa e una guida politica rivolta ai responsabili politici locali e regionali.

Consumo di materiali

Dal punto di vista del consumo dei materiali e della generazione dei rifiuti, il modello di economia circolare separa sempre di più l’attività economica dallo sfruttamento e dalla dipendenza delle risorse limitate, riducendo così le pressioni ambientali associate all’utilizzo dei materiali. Per capire la transizione verso l’economia circolare CIRCTER ha presentato come indicatore il DMC (Consumo di materiale domestico).

In particolare, sono state presentate le mappe che mostrano il DMC pro capite tra le regioni europee e la variazione del DMC pro capite verificata tra il 2006 e il 2014:  nel 2014 il consumo medio di risorse è stato di 13,3 tonnellate pro capite (cifra che varia significativamente tra le regioni da 2,9 a 50 tonnellate pro capite), e per quanto riguarda la variazione del DMC tra il 2006 e il 2014 le regioni europee hanno registrato un modesto calo dei consumi di materiale (-0,12%).

Fatturato e occupazione dei business circolari

Un altro modo di capire l’andamento verso una economia circolare è la proliferazione di nuovi modelli di business circolari. CIRCTER ha mappato i modelli di business circolari in Europa, identificando in tutte le regioni oltre 9.000 aziende come modelli operativi circolari, con 1 milione di dipendenti e un fatturato di 266 miliardi di euro.

Case study e guida politica di economia circolare

Sono stati presentati sei casi di studio su iniziative di economia circolare in Scozia (Regno Unito), Maribor (SIovenia), Bruxelles (Belgio), Paesi Baschi (Spagna), Sicilia (Italia) e Germania e finalmente è stata presentata una guida su come sostenere le regioni nella transizione verso un’economia circolare.

FONTE: ESPON CIRCTER. Circular Economy and Territorial Consequences. Circular Economy as a strategy for cities and regions European Week of Regions and Cities 2019

Vuoi approfondire il tema dell’economia circolare e gli strumenti di agevolazione ad esso collegati? Contattaci e ti assisteremo nell’individuare le misure di finanziamento più adatte.

Nome
Cognome
Email
Recapito Telefonico
Oggetto della Richiesta
Testo del Messaggio
Dichiaro di aver preso visione della normativa sul trattamento dei dati personali