Bando “Parco Agrisolare”: fondo perduto per gli investimenti in efficientamento energetico

Parco Agrisolare: fondo perduto per la realizzazione di impianti fotovoltaici settori agricolo, zootecnico e agroindustriale

parco agrisolare: fondo perduto

Parco Agrisolare: fondo perduto per la realizzazione di impianti fotovoltaici nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale. Dal 27 settembre e fino al 27 ottobre è possibile presentare le domande. Il bando è stato pubblicato sul sito web del MIPAAF (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali) l’avviso contenente i requisiti e le modalità di presentazione delle domande di accesso. Le risorse dedicate sono pari a 1,5 miliardi di euro a valere sui fondi del PNRR.

Le risorse sono destinate alla realizzazione di interventi nel settore della produzione agricola primaria per una quota pari a 1.200 milioni di euro, mentre due quote di 150 milioni di euro sono destinate rispettivamente alla realizzazione di interventi nel settore della trasformazione di prodotti agricoli in agricoli e alla realizzazione di interventi nel settore della trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli.

Le domande di accesso agli incentivi dovranno essere presentate dalle ore 12:00 del 27 settembre 2022 fino alle ore 12.00 del 27 ottobre 2022. Le agevolazioni verranno concesse sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Parco Agrisolare: fondo perduto, beneficiari

I beneficiari delle misure sono gli imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria, le imprese agroindustriali e le cooperative agricole.

Agli interventi realizzati viene riconosciuto un Contributo a Fondo Perduto di intensità variabile, dal 30% al 70%, in base al settore di attività e al luogo di realizzazione dell’investimento:

Settore della produzione agricola primaria

40%, elevato al 50% per le regioni meno sviluppate;

Per i giovani agricoltori o gli agricoltori insediati nei 5 anni precedenti la data della domanda, gli investimenti collettivi e gli investimenti in zone soggette a vincoli naturali o altri vincoli specifici, la percentuale viene maggiorata di 20 punti percentuali.

Settore della trasformazione di prodotti agricoli

40%, elevato al 50% per le regioni meno sviluppate;

Settore della trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli

30% delle spese ammesse;

+ 20 punti % per gli aiuti concessi alle Piccole Imprese;

+ 10 punti % per gli aiuti concessi alle Medie Imprese;

+ 15 punti % per gli investimenti effettuati nelle zone meno sviluppate.

Parco Agrisolare: fondo perduto, interventi ammissibili

Gli interventi ammessi sono l’acquisto e l’installazione di impianti fotovoltaici, con potenza complessiva che varia fra i 6 kWp e i 500 kWp, ed i seguenti interventi di riqualificazione:

  • rimozione e smaltimento dell’amianto dai tetti;
  • isolamento termico dei tetti;
  • realizzazione di sistemi di aerazione del tetto;

Sono ammesse alla misura le spese sostenute a partire dal giorno di presentazione della domanda relative a:

  • Realizzazione di impianti fotovoltaici;
  • Acquisto e posa di moduli fotovoltaici, inverter, software di gestione, ulteriori componenti;
  • Sistemi di accumulo;
  • Fornitura e messa in opera dei materiali necessari alla realizzazione degli interventi;
  • Costi di connessione alla rete;
  • Spese di progettazione e asseverazione;

La spesa massima ammissibile per singolo progetto è pari a 750 mila euro nel limite massimo di 1 milione di euro per singolo soggetto beneficiario.

Parco Agrisolare: fondo perduto, il project design di Consulmarc Sviluppo

La Consulmarc Sviluppo è forte di oltre 30 anni di esperienza maturata al servizio di enti ed imprese, nel sostenere finanziariamente progetti di investimento con fondi europei e strumenti di finanza agevolata e straordinaria.

Il suo gruppo di lavoro è specializzato nel project design, anche in coerenza con le politiche legate alla Missione 2 del PNRR. Supporta le aziende nel reperimento della liquidità per progetti finalizzati a contribuire al raggiungimento degli obiettivi strategici di decarbonizzazione attraverso l’aumento della quota di produzione di energia da fonti rinnovabili, il potenziamento delle infrastrutture di rete e la promozione della produzione e dell’utilizzo dell’idrogeno.

Se hai un progetto di investimento o efficientamento energetico, oppure sei interessato ad approfondire questi argomenti, contattaci attraverso il modulo sottostante oppure visita la nostra pagina web www.consulmarc.it/


Condividi ora!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Stampa

Area Aziende

Area lavoratori

Ricerca figure Professionali

Bandi

Storico articoli

Categorie